Biografia

Loriana Lana nasce a Roma.

E’ legata da parentela con Giggi Zanazzo, poeta, commediografo e studioso delle tradizioni romane alla cui scuola mossero i primi passi Trilussa e i più bei nomi della poesia dialettale. Trastevere gli ha intitolato una strada.

Giovanissima debutta su Rai Uno conducendo "Il Trenino". La prima puntata è tenuta a battesimo da Paolo Bonolis nel corso di "Tre due uno...contatto!" sempre su Rai Uno. Inizia a scrivere seguendo i consigli dello scrittore Massimo Grillandi (Premio Bancarella) al quale sottopone raccolte di poesie e testi musicali. Partecipa al premio letterario di narrativa e poesia “Michele Cima” e si classifica al secondo posto.

Inizia la sua attività di autrice-musicista, un po’ per naturale predisposizione, un po’ in forza di una precisa scelta.

L’obiettivo che si prefigge di raggiungere, fin da piccola, è quello di comunicare, attraverso la scrittura e la musica, le sue emozioni.

A dodici anni, grazie al buon profitto scolastico, riceve in regalo la sua prima chitarra.

Ama i testi di Fabrizio De Andrè e la musica di Renato Zero e sogna di poter collaborare, un giorno, con il cantautore romano.

A diciassette anni scrive per il teatro musiche e liriche dalla commedia “Natale in piazza” di Henry Gheon. Le sue canzoni piacciono ad una regista di programmi televisivi, pubblica così il primo disco in veste di autrice.

Pur tra tante difficoltà e con molti sacrifici, si impegna a portare avanti i suoi progetti.

Torna di nuovo su Rai Uno, dove si occupa in diretta dello spazio musicale di una trasmissione pomeridiana.

Scrive sigle di cartoni giapponesi, compone canzoni per il cinema e per la tv e firma testi per Athina Cenci, Tony Esposito e Mariangela Melato.

Nel corso di una registrazione presso gli studi BMG di Roma conosce Renato Zero e nasce una collaborazione con Fonopoli (settore testi musicali). Più tardi il cantante scriverà di lei: "Quando si ha la capacità di "usare" le parole, si può conquistare il mondo o semplicemente il cuore delle persone. Loriana, senza dubbio, conquista con le parole il cuore delle persone... soprattutto il mio".

L’incontro e l’amicizia con Paolo Conte, unitamente all'interesse per alcuni scrittori, la stimolano a scrivere testi d'autore. Validissima la sua collaborazione con Luis Bacalov al quale l’autrice pronostica l’Oscar per le musiche del film “Il postino”, premio che verrà assegnato al grande musicista argentino l’anno successivo. Grazie a Bacalov, incontra Amii Stewart per la quale scrivono un brano dal concerto del Teatro Sistina “Nel Mondo Della Canzone D’Autore”, con inediti di Piovani, Morricone, Trovajoli ... Continua a scrivere per Amii Stewart questa volta su musiche di un altro Premio Oscar: Ennio Morricone.

Firma il testo in italiano di “Libertango” di Astor Piazzola eseguito al bandoneon da Richard Galliano.

Pubblica i libri: “Le persone del cuore”, “Passione immortale”, “Il primo bacio della luna” , “L’amore addosso” e "SMS diVersi", coinvolgendo attori e cantanti che siglano prefazioni e commenti da Paolo Conte a Sergio Endrigo, da Veronica Pivetti a Christian De Sica, proseguendo con Renato Zero e Sabrina Ferilli, Iva Zanicchi, fino alla prefazione del direttore di Radio Uno Rai, Antonio Preziosi.

E’ co-sceneggiatrice della commedia musicale “Mosè, il principe del deserto”, dove firma canzoni e musiche insieme a Luis Bacalov.

Vince due edizioni del Festival della Canzone d’Autore per Ragazzi, una delle quali con un brano scritto assieme a Lina Wertmuller e Lilli Greco. Si impone ancora al primo posto a varie edizioni di Festival della Canzone. E’ finalista a “Inedito per Maria”, festival diretto da Eugenio Bennato, dove attira l’attenzione della critica per il contenuto dei suoi testi.

Compone un brano pensando al Festival di Sanremo. L'emozione si moltiplica quando viene a sapere che la sua canzone "Fossi un tango" è stata scelta e sarà interpretata da Iva Zanicchi. Firma altri testi collaborando con musicisti di prim’ordine come Mario Lavezzi, Luis Bacalov ed Aldo Donati.

Collabora con "MyMovies", portale Internet di cinema legato al gruppo Nazione/Giorno/Resto del Carlino e con "Il Dizionario di Tutti i Film" di Pino Farinotti.

Pubblica oltre duecento canzoni e alcune commedie musicali. I suoi testi teatrali entrano a far parte del programma didattico ricreativo destinato alle scuole e diventano strumento di lavoro e ricerca per insegnanti, scenografi e registi che allestiscono laboratori teatrali.

Vince il Premio Internazionale "Elsa Morante" con la commedia musicale "Carnevalissimo", ispirata alle maschere della Commedia dell'Arte in scena al teatro Sala Umberto e al teatro Cassia di Roma. Alcuni suoi testi musicali sono esposti alla  Pinacoteca d’Arte Moderna del Palazzo della Cultura di Latina diretto da Luca Barbareschi.

Compone musiche e canzoni della commedia cult "Sono diventato etero!" che ritorna in scena a Napoli dopo quattro anni di repliche a Roma e Milano.

Scrive le musiche di "MUSICA & PAROLE. 10 in poesia!". Dieci tra le più note poesie della letteratura italiana trasformate in canzoni pop interpretate da Iva Zanicchi, Ivana Spagna, Mario Lavezzi, Mario Venuti, Piero Mazzocchetti e da giovani provenienti da reality quali “Amici” e “X Factor”. 70.000 copie del cd sono distribuite nelle scuole. Alda Merini, complimentandosi del progetto, scrive un suo aforisma pubblicato in quarta di copertina del cd (Produzione Alfredo Orofino). Testimonial del cd l’attore americano Clayton Norcross, già Thorne di ‘Beautiful’ (vedi rassegna stampa e foto gallery). Il suo brano "Silvio forever" che dà il titolo al nuovo film di Roberto Faenza è inserito nei titoli di coda ed è cliccatissimo in rete.

Firma insieme a Luis Bacalov le musiche della commendia "BANG!...Ancora un giallo a fumetti" con Giuseppe Zeno per la regia di Lorenzo De Feo.

Partecipa con successo a numerose trasmissioni radiofoniche e televisive tra le quali: Maurizio Costanzo Show, La vita in Diretta, Carràmba che sorpresa, Il tappeto volante, Due minuti un libro, Applausi, Prima della prima.

Scrive “esclusIVA canto da 50 anni”, il nuovo recital che Iva Zanicchi porterà nei grandi teatri italiani.

E' Direttore Artistico Musicale del Teatro Millelire di Roma http://www.millelire.org/00-homepage.htm.

Scrive le canzoni e le musiche de "L’uomo dal fiore in bocca", una storia in musica per la regia di Guido Cerniglia, rappresentato al Teatro Colosseo di Roma.

Vince la XXIV Edizione del Festival Internazionale della Canzone di Saint Vincent con "Piccola Favola", cantata da Matilda Sulpasso (nuove proposte).

Compone alcuni brani inseriti nel cd "L'altro me" di Sergio Friscia.

E' finalista alla terza edizione del Tolfa Film Festival per le musiche del corto "Maledetto treno".

Compone musiche e canzoni del film indipendente "Briciole sul mare" opera prima di Walter Nestola, definito da Paolo Mieli "Un gioiello. Un piccolo capolavoro della commedia all'italiana, una pellicola perfetta che ti apre il cuore".

Vince il Premio Speciale Colonna Sonora al Formia Film Festival per le musiche del film Briciole sul mare di Walter Nestola, pellicola che viene proiettata negli Stati Uniti e in Canada. Il gruppo The Platters con una serie di concerti, inaugura la premier e le programmazioni del film sia in America che in Canada. Briciole sul mare è stato inserito nella classifica di iTunes tra i film più belli nelle sale, (aprile 2016) colonna sonora compresa.

Il film è in concorso al premio David di Donatello 2017.

Scrive "Quando la smetterò" su musica di Aldo Donati, brano inserito nell'album di Mina Celentano "Le migliori".

Attualmente sta lavorando ai testi (e alla produzione) del nuovo album di Iva Zanicchi.

Le sue citazioni preferite sono: "Nihil difficile volenti" e "Mai dire mai".

Nella vita privata Loriana ama il giardinaggio, il cinema, il fitness, (ha partecipato alla maratona di Roma "RACE FOR THE CURE"), le buone letture, curiosare nei mercatini e collezionare orecchini. Sogno nel cassetto: recitare in un film brillante.